Calcio: Europa amara per italiane, Capello: “C’è poca qualità”

Pubblicato il 2 Apr 2018

Slide

Mentre il campionato di serie A resta apertissimo ed emozionante, nell’Europa delle big le squadre italiane non brillano, vedi i pesanti ko di Juventus e Roma in Champions. Per Fabio Capello questa sofferenza è da addebitare alla “poca qualità”. “Se i giocatori migliori non vengono più in Italia, ma anzi vanno a rinforzare le avversarie, il livello del calcio non ha dei buoni insegnanti, dai quali ‘copiare’. Io da giovane ho copiato da Suarez, da Massei. Dei grandi, che potevano trasmettere qualcosa. Copiare bene è fondamentale” ha commentato il tecnico friulano.

Capello ha poi assicurato di non avere un futuro da Ct della nazionale italiana: “Ho già fatto le mie esperienze in Inghilterra e Russia. L’ultima mia panchina è stata in Cina, allo Jiangsu Suning. Volevo provare ancora una volta ad allenare una squadra. Siamo riusciti a salvarla dopo averla presa ultima in classifica e sono felice così. Ora mi diletto di più a fare il commentatore, un ruolo in cui si vince sempre”.

Bet Atomic

Intralot

Post correlati