Serie B, le quote della 38esima giornata

Pubblicato il 3 Apr 2018

Slide

Con la grande vittoria in rimonta a Frosinone, l’Empoli ha definitivamente sancito la fine del suo campionato e la quasi matematica promozione in Serie A. Domani al ’Castellani’ tutto pronto per la grande festa che il Novara difficilmente riuscirà a rovinare (2 a 7.25!). Complimenti ad Andreazzoli&Co per il traguardo raggiunto in stile, ora ci concentriamo sugli altri obiettivi che rimangono in palio: secondo posto, play-off e salvezza.

SECONDO POSTO: UNA POLTRONA PER TRE? – È chiaro che con ancora 15 punti a disposizione sia abbastanza prematuro tagliare Perugia, Venezia e Bari (appaiate a 57 punti) dalla lotta per il secondo posto, però i 6 punti di distacco del tandem Palermo e Parma (63) ed il Frosinone in mezzo a +5 sono argomenti abbastanza pesanti a loro sfavore. Il Venezia ha un matchpoint stasera per rientrare in gara e tirare la cordata alle consorelle visto che affronta il Palermo in casa dopo la bella vittoria di Novara (1-3). Inutile nascondersi, stasera servono solo i 3 punti se si vuole sperare nella promozione diretta, ma Inzaghi leva pressione dalle spalle della squadra riconoscendole già grandi meriti: ‘sta facendo qualcosa di incredibile e siamo consapevoli delle difficoltà che incontreremo nell’affrontare il Palermo.’ Difficoltà a cui si sono aggiunte le assenze di Pinato e Frey, il primo operato al menisco, stagione virtualmente finita. Anche i quotisti SNAI dicono che sarà difficile, ma non impossibile: in fondo l’1 al ‘Penzo’ è a 2.45 contro il 3.15 del 2. ‘Tiferanno’ Venezia sia il Bari che il Perugia allora, a patto di superare le rivali di giornata.
Sulla carta sono favorite: il Bari affronta l’Entella ed è strafavorita (1 a 1.75) mentre il Perugia va ad Ascoli (2 a 2.35) dopo aver subito la rimonta nel derby. Se per gli umbri sarà importante dare prova di non aver subito il contraccolpo psicologico, per il Bari saranno necessari i 3 punti alla vigilia di 3 partite che ne determineranno i destini: andrà infatti a Palermo lunedì nell’anticipo dell’ultimo turno infrasettimanale, riceverà il Perugia il 5 maggio e poi andrà il Parma il 12. La stagione dei galletti passa tutta da qui, ed in questo momento difficile, come da tradizione, l’ambiente si surriscalda e cominciano le critiche all’allenatore (Grosso rimane in silenzio stampa) e le solite voci di cessione (addirittura si parla di Preziosi pronto a rilevare il club). Un copione già visto.
Per le altre due ‘legittime’ pretendenti impegni in trasferta contro Pro Vercelli (Parma favorito col 2 a 2.10) e Cesena (Frosinone favorito col 2 a 2.10). Il Parma è una gioiosa macchina da guerra, ormai in striscia positiva da 7 giornate e col vento in poppa. Situazione psicologica diversa per il Frosinone che, per l’ennesima volta, si vede sfilare la promozione sotto il naso. Forse sarà un bene essersi liberati della rivalità con l’Empoli, significa che la squadra di Longo non avrà più nulla da dimostrare (ossia, dover vincere il campionato). I canarini non godono dei favori del pronostico, visto che i bookies li danno promossi a 2.20 dietro il Palermo ed il Parma appaiati a 1.70, però la quota potrebbe stimolare chi ci crede.

PLAY-OFF, FOGGIA ALL’ASSALTO DEL CITTADELLA – La squadra di Stroppa esce con un pareggio dal derby col Bari che stava conducendo 1-0 e accresce il rammarico per l’occasione sfumata di presentarsi al cospetto del Cittadella con il divario di classifica immutato (era -2, ora è -4). Gli scherzi del calendario, infatti, vedono i granata ricevere i rossoneri proprio per una sfida che conta per entrambe sul piano della classifica. È evidente che per il Foggia si tratta di una partita decisiva, e Stroppa non si nasconde: ‘è di sicuro uno spartiacque e come tale dobbiamo affrontarla,’ ha detto alla vigilia dell’importante weekend sportivo per la sua squadra ‘abbiamo la possibilità concreta di continuare un certo tipo di percorso oppure no. In questo momento è la partita più importante, giochiamo come se fosse una finale.’ In caso di sconfitta, il tecnico lombardo merita comunque il plauso di critica e tifosi: salvezza raggiunta con largo anticipo e sogno play-off nutrito sino a poche giornate dalla fine, siamo sicuri ad inizio stagione qualcuno ci avrebbe messo non una, ma due firme.
Il patron del Cittadella, Gabrielli, la vede diversamente, dopotutto anche perdendo, il Cittadella rimarebbe avanti e con un calendario più agevole (il Foggia ha Venezia e Frosinone nelle ultime quattro giornate): ‘sarà una partita determinante per entrambe ma non decisiva, la vittoria potrebbe dare il là ad una scalata della classifica, che è ancora molto corta nei primissimi posti.’ Il numero uno granata, memore delle difficoltà della passata stagione, eviterebbe volentieri il preliminare ed i numeri effettivamente ci sono visto i soli 2 punti che separano la sua squadra da Perugia, Bari e Venezia. Partita ad alta tensione con il Cittadella favorito (1 a 2.00) ma non possiamo fare a meno di dimenticare l’identità delle due squadre: Cittadella a disagio in casa, Foggia a suo agio in trasferta; 21 i punti raccolti al ‘Tombolato’ (la terzultima squadra da casa della stagione) contro i 27 on the road del Foggia (la terza miglior squadra da trasferta della stagione). Numeri che da soli danno un sapore dolcissimo alla quota del 2 a 3.70.

LOTTA SALVEZZA, LA TERNANA CONTINUA A CREDERCI – L’entusiasmate rimonta della Ternana a Perugia ha messo le ali alle fere. In serie positiva da 4 partite (nessuno come loro in coda), i ragazzi di De Canio ci credono, play-out o salvezza diretta che sia. Rimangono penultimi perchè l’Ascoli espugna lo ‘Zini’ ed inguaia la Cremonese (Tesser esonerato e Mandorlini al suo posto), ma i punti di distacco dalla zona salvezza sono solo 3. Quelli dal Pescara che affronteranno domani sono 5, ed i rossoverdi sono vogliosi di tirare per i capelli gli abruzzesi nella lotta per non retrocedere: 1 a 2.10.
La giornata numero 38 può sorridere alla Ternana visto che tutte le dirette avversarie rischiano di perdere punti contro squadre di alta classifica: il Novara va ad Empoli, l’Avellino a Carpi (forse l’impegno meno gravoso), l’Entella a Bari, il Cesena riceve il Frosinone, l’Ascoli il Perugia e la Pro Vercelli, alle spalle degli umbri, il Parma. Lo scenario più ghiotto (perdono tutte) vedrebbe la Ternana fare un balzo della tigre niente male visto che si proietterebbe direttamente alle spalle del Pescara stesso tra 16mo e 19mo posto appaiadosi a 40 punti a Novara, Avellino ed Entella. Un traguardo rilevante per una squadra data da tutti per spacciata ad inizio 2018 ed alla vigilia di due sfide tostissime in serie contro Parma (fuori) e Palermo (in casa).

LA BOLLETTA – Sfiorato il colpaccio con la nostra ricchissima multipla ‘Derby e dintorni’ della settimana scorsa (1.157,22€ per 10€ di scommessa). Sono entrati i ghiottissimi successi di Cittadella a Salerno ed Empoli a Frosinone, il pareggio nel derby pugliese ma non quello nel derby Perugia-Ternana vinto against all odds dalle fere. Ci riproviamo questa settimana puntando su tre vittorie in trasferta ed il successo della Ternana in casa.

VENEZIA-PALERMO X quota SNAI 3.00
BARI-ENTELLA 1 quota SNAI 1.75
ASCOLI-PERUGIA 2 quota SNAI 2.35
CARPI-AVELLINO X quota SNAI 3.10
CESENA-FROSINONE 2 quota SNAI 2.10
CITTADELLA-FOGGIA 2 quota SNAI 3.70
EMPOLI-NOVARA 1 quota SNAI 1.45
PRO VERCELLI-PARMA 2 quota SNAI 2.10
SALERNITANA-BRESCIA 1 quota SNAI 2.25
SPEZIA-CREMONESE X quota SNAI 2.80
TERNANA-PESCARA 1 quota SNAI 2.10

Multipla ‘Corsara e Ternana’
CESENA-FROSINONE (2 – 2.10)
CITTADELLA-FOGGIA (2 – 3.70)
PRO-VERCELLI-PARMA (2 – 2.10)
TERNANA-PESCARA (1 – 2.10)
Scommessa 10€ – Possibile vincita 342,65€

Bet Atomic

Intralot

Post correlati