In edicola il TS del martedì… Dopo un venerdì da leoni

Pubblicato il 1 Lug 2017

Slide

E’ vero che nelle scommesse sportive i grandi “colpi” non richiedono grandi campionati. Anzi, spesso si “nascondono” dietro tornei di seconda fascia, o arrivano con manifestazioni “minori”. è anche vero, però, che i campionati tradizionali – soprattutto quelli del Vecchio continente – consentono una maggiore accuratezza nei pronostici, una volta superato il necessario rodaggio delle prime giornate. è quanto accaduto ad esempio venerdì scorso, con la copertina dedicata all’FC Copenhagen, che dopo un beffardo pareggio casalingo all’esordio e una qualificazione sofferta in Champions aveva di fronte una trasferta non facile e la prospettiva di una partenza ad handicap nel massimo campionato danese: abbiamo creduto in Pavlovic (in gol anche lui) e compagni, e abbiamo fatto più che bene, con una quota per il segno «2» in casa del Randers che nel corso delle ore era persino andata salendo da 1,95 fino a 2,30!
Stesso discorso con le Coppe Europee: più si entra nel vivo, più le sfide si fanno di altissimo livello, e meglio è per gli scommettitori, che – attraverso il nostro giornale (e prestissimo anche attraverso altri media, sempre più sofisticati: come amano dire oltre Manica e oltre Oceano, stay tuned…) – posseggono tutti gli strumenti per analizzare al meglio ogni singolo match.
In quest’ottica, questo mid-week assomiglia già ad uno qualsiasi di pieno autunno, se non fosse per il perdurante caldo africano e la siccità che attanaglia il Paese: tante “big” europee in campo per l’andata del 3° turno di Champions e la prima italiana a fare il suo ingresso in scena, il Milan di Montella, chiamato a superare di slancio l’Universitatea Craiova.
Veste sempre di rossonero Mario Balotelli, ma la divisa è quella di un Nizza che di fronte ai 36mila del magnifico Allianz Riviera deve vincere assolutamente per sperare di eliminare l’Ajax, sempre più distratto dalle (tante) voci di mercato sui suoi “gioielli”: l’«1» ha una super quota…

Post correlati