REGIONE LAZIO: TANTE PROTESTE PER LA DECISIONE DI RIAPRIRE LE SALE SCOMMESSE SOLO IL 1° LUGLIO

Pubblicato il 5 Giu 2020

Slide

Da lunedì 15 giugno in 13 regioni italiane è ripartita l’attività delle sale scommesse. In altre (Liguria, Emilia Romagna, Veneto, Calabria) il via libera ci sarà venerdì 19. Fa scalpore invece la decisione del presidente della Regione Lazio Zingaretti di posticipare la riapertura a giovedì 1° luglio.

Tra le varie manifestazioni di protesta indette in questi giorni, menzioniamo quella prevista mercoledì 17 alle 11, davanti alla sede della Regione Lazio, che ci è stata segnalata da un lettore di “TS”, Simone Milone, titolare di una ricevitoria. Che, tra l’altro, ci scrive: “Insieme a molti colleghi del settore del gioco legale abbiamo organizzato una protesta fissata per il giorno 17 giugno presso il consiglio regionale del Lazio (via della Pisana) per chiedere a gran voce di poter tornare tutti al nostro lavoro. Sembra assurdo dover manifestare per chiedere una cosa che ci spetta di diritto, il diritto al lavoro, ma purtroppo è così. Il nostro slogan è un diritto: “Vogliamo solo lavorare!”.

apiù gas e luce

Post correlati