Rivoluzione in FIGC: a quota 2,00 la rivincita di Andrea Abodi, Capello la prima alternativa

Pubblicato il 12 Nov 2017

Slide

Con Carlo Tavecchio out, i bookmaker internazionali vedono Andrea Abodi prendere le redini della Federcalcio. I quotisti d’oltre Manica – riporta Agipronews – hanno infatti già pronto il nome del nuovo numero uno del calcio italiano, dato a 2 volte la posta da Stanleybet. Quasi una rivincita per l’ex presidente della Lega di “B”, che nello scorso mese di marzo provò la scalata, ma fu battuto alle elezioni proprio da Tavecchio. C’è poi chi invoca l’uomo forte per risollevare le sorti del calcio italiano: Fabio Capello, per la sua esperienza sul campo, ma soprattutto per la sua tempra, sarebbe il nome ideale per molti. Il tecnico friulano (tra l’altro, anche in lizza per il ruolo di prossimo C.T.) è dato a 2,50. Rappresenterebbe invece un cambio generazionale Damiano Tommasi, ex giocatore e ora presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, dato a 3,00. Lo stesso dicasi per Demetrio Albertini (3,50), che come Abodi aveva già provato a prendere il timone della FIGC. Stessa quota per Adriano Galliani, storico dirigente del Milan.
Il senatore Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti (che ha giocato un ruolo decisivo nella caduta di Tavecchio) è piazzato a 7.00. Qualcuno sogna ancora Roberto Baggio, che è un’ipotesi a 12, e altri grandi ex della Nazionale seguono a 15,00: Paolo Maldini, Alex Del Piero e Gianluca Vialli.
Molto più staccato, a 75, Giorgio Squinzi, proprietario del Sassuolo ed ex Presidente di Confindustria. Infine, la quota più alta è riservata a un fuoriclasse che ha appena smesso proprio per sedersi dietro una scrivania: Francesco Totti si gioca a 250 volte la posta.

Intralot

Post correlati